ANGELO PASTORE DIRETTORE
MARCO SCIACCALUGA CONDIRETTORE
ANGELO PASTORE DIRETTORE
MARCO SCIACCALUGA CONDIRETTORE
Il matrimonio del signor Mississippi

Friedrich Dürrenmatt
Duse
da martedì 10 febbraio
a domenica 1 marzo
prenota »
acquista »
» alla CORTE
» al DUSE
Cartellone
2014/15
Prenotazioni
e acquisti
Video
Abbonamenti
produzione
Teatro Stabile di Genova
versione italiana
Eugenio Bernardi
di produzione
regia
Marco Sciaccaluga »
interpreti
Ugo Dighero »
Alice Arcuri »
Andrea Di Casa »
Roberto Serpi »
Roberto Alinghieri »
Rachele Canella »
Nicolò Giacalone »
Davide Mancini »
Davide Mazzella »
Valerio Puppo
»
scene e costumi
Catherine Rankl »
musiche
Andrea Nicolini »
luci
Sandro Sussi »
Autore da sempre caro al Teatro di Genova, Friedrich Dürrenmatt (1921-1990) torna ancora una volta nel cartellone di produzione dello Stabile con una commedia scritta nel 1952, cioè qualche anno prima di "La visita delle vecchia signora" e di "I fisici". "Il matrimonio dl signor Mississippi" ("Die Ehe des Herrn Mississippi") è un testo nel quale il drammaturgo e romanziere svizzero porta alle estreme conseguenze la sua “estetica della distanza” che utilizza il grottesco come mezzo di espressione. In sintesi la trama potrebbe essere contenuta nell’affermazione: «Tutti ammazzano tutti».
C’è un personaggio (Florestano Mississippi, alias Paul) che vuole imporre al mondo l’onestà secondo i principi della Legge Mosaica e ce n’è un altro (Frédéric René Saint-Claude, alias Louis) che crede nel comunismo come via per la liberazione dell’uomo. I due militano in campi opposti, ma sono stati compagni di gioventù e, come due fratelli, moriranno insieme riconoscendo d’essere fatti l’uno per l’altro. Il terzo personaggio maschile è il Conte Bodo von Übelohe-Zabernsee, appassionato Don Chisciotte che vive nel mondo ideale e che si autoproclama cavaliere dell’amore. Sempre pronta a passare immutata dall’uno all’altro, c’è poi Anastasia: la donna che vive in un eterno presente e, come dice di lei un personaggio della commedia, «la “puttana”, né cielo né inferno, ma solo riproduzione del mondo». Esecuzioni, avvelenamenti, rivoluzioni e controrivoluzioni, fughe e travestimenti: "Il matrimonio del signor Mississippi" è una commedia pessimista raccontata in forma comica. Un “pamphlet” coniugato con il dramma, che si propone, ancora una volta in Dürrenmatt, come specchio esemplare di un mondo nel quale gli opposti (la tragedia e la commedia) finiscono con coincidere, confluendo entrambi nell’implacabile mulino del grottesco. Muovendo da una comprensione apocalittica del mondo, derivante probabilmente dalla rigida confessione protestante del padre, Dürrenmatt costruisce un testo carico di interrogativi metafisici, offrendo al palcoscenico una commedia che diverte lo spettatore, ma al tempo stesso lo invita a riflettere sul comportamento morale dell’individuo e della collettività, senza per questo, però, avere mai bisogno di proporgli una “morale” a senso unico. DURATA DELLO SPETTACOLO: h.2.15 circa

"L’année Dürrenmatt" a 25 anni dalla morte: Centre Dürrenmatt Neuchâtel
prenota »
acquista »